Vállalati tudásbázis cikkek keresése

Requisiti e Condizioni per l’installazione Remota attraverso ESET Remote Administrator

Problema

Solution

ESET Remote Administrator (ERA) permette di installare i prodotti ESET da remoto dalla ESET Remote Administrator Console (ERAC) su qualsiasi workstation della rete su cui sia presente un sistema operativo Windows supportato (controllare le versioni di Windows supportate). Le voci presenti in questo documento descrivono i principali requisiti per l’esecuzione di questo processo. Occorre verificare ognuna delle operazioni riportate prima di effettuare l’installazione sui client:

Importante!

È importante disinstallare qualsiasi software antivirus presente sui client prima di tentare l’installazione remota:

  1. I client dove si sta tentando di installare i prodotti ESET da remoto devono poter rispondere a un comando ping proveniente dal computer su cui è installato ERA Server.
     
  2. Se sia il client sia il server sono in un ambiente misto di Dominio e Work Group (o se ERA Server è in esecuzione su Windows 2003), l’opzione Usa la condivisione semplice dei file (posta in Strumenti >Opzioni Cartella > Visualizzazione) deve essere disabilitata.
     
  3. I client devono avere attiva la risorsa condivisa ADMIN$ (Start >Pannello di Controllo > Strumenti di Amministrazione >Gestione Computer >Cartelle Condivise >Condivisioni).
     
  4. L’utente che effettua l’installazione remota deve avere i privilegi di amministratore.
     
  5. Per i sistemi operativi Windows Vista, Windows 7 e Windows Server 2008 verificare quanto segue
    • Il servizio ESET Remote Administrator deve essere avviato con diritti di Amministratore di Dominio.
      • Per impostare i permessi per la ERA, entrare in Start > Pannello di Controllo >Strumenti di Amministrazione >Servizi. Cliccare con il tasto destro del mouse sul servizio ESET Remote Administrator Server e cliccare su Proprietà dal menu contestuale..
         
      • Cliccare sul tab Connessione e selezionare la casella vicino a Account. Inerire il nome del Dominio e il nome dell’account Amministratore di Dominio nel campo Account (per esempio: MioDominio\NomeAccountAmministratore), e quindi inserire la password dell’Amministratore nei campi Password e Conferma Password.
  1. L’utente amministratore non deve avere una password in bianco.
     
  2. Verificare di poter autenticarsi da remoto al client dal server.
     
  3. Verificare che il client possa accedere alla risorsa IPC utilizzando il seguente comando attraverso il Prompt del client:

    net use \\nomeserver\IPC$

    dove nomeserverè il nome del server su cui è in funzione ERA.
     
  4. Il firewall sulla rete non deve bloccare le comunicazioni o sulla condivisione dei file tra i server e i client.
     
  5. Il server ERA deve consentire la ricezioni di dati sulle porte 2221-2224.
  1. Verificare le seguenti condizioni sui sistemi operativi Windows:
    • I client devono essere visibili sia sui server che sugli altri client.
    • "La condivisione di File e Stampati per Reti Microsoft" deve essere abilitata (Pannello di Controllo >Connessioni di Rete >Rete >Proprietà).
    • Il servizio Remote Procedure Call (RPC) in esecuzione sui client.
    • Il servizio Remote Registry in esecuzione sui client.
    • Il servizio RPC Locator deve essere impostato su "manuale" e non è necessario sia in esecuzione.

Risoluzione Problemi DNS

Le soluzioni possibili per le problematiche inerenti il DNS possono includere le seguenti, ma non si limitano a queste:

  • Usare il comando 'nslookup' sull’indirizzo IP e sul nome host del server e/o dei client che presentano problemi nell’installazione remota. I risultati dovrebbero combaciare con le informazioni della macchina. Per esempio, un nslookup del nome host dovrebbe risolvere l’indirizzo IP mostrato con un comando ipconfig lanciato sull’host in questione. Il comando 'nslookup' dovrà essere lanciato sui client e sul server.
     
  • Esaminare i record DNS per trovare eventuali duplicati.